L'ultima truffa pubblicitaria video genera milioni di persone al mese - Guida 2024

La saga delle frodi pubblicitarie continua senza sosta in tutto il mondo. Per ogni truffa scoperta dagli esperti di sicurezza, ce ne sono altre dozzine che continuano a derubare gli inserzionisti. Una delle truffe scoperte più di recente, denominata DeepStreamer, è apparentemente attiva da più di un anno. E ha incassato milioni di dollari al mese.

DeepStreamer è stato scoperto da un gruppo di ricercatori di DeepSee e Malwarebytes. Sono stati in grado di arrivare al nocciolo dell'operazione arruolando l'aiuto di un DSP disposto a inserire intenzionalmente annunci fraudolenti in modo che il flusso di denaro potesse essere monitorato.

Secondo i ricercatori, DeepStreamer è un'operazione altamente sofisticata che utilizzava una varietà di strategie per mantenere la segretezza. Sebbene la truffa sia stata ora scoperta, nessuno dovrebbe aspettarsi che i truffatori se ne vadano. Troveranno un modo per modificare DeepStreamer o impostare qualche altra truffa.

Come ha funzionato la truffa

Fonte: nst.com.my

Sebbene sofisticato nella sua implementazione, DeepStreamer era piuttosto semplice nel suo principio principale: combinava aggiunte digitali nascoste con siti di streaming video illegali per generare fino a $ 1 milione al mese. I truffatori hanno venduto i loro annunci a ignari inserzionisti attraverso una varietà di piattaforme. Tuttavia, i ricercatori affermano che la maggior parte degli annunci è stata venduta tramite la piattaforma Google Ads.

Gli annunci venivano visualizzati su siti Web che offrivano video piratati agli utenti. Il problema era che gli annunci non potevano essere visti. Funzionavano in background, completamente nascosti agli utenti del sito web. Ogni visualizzazione di ogni pagina di un sito target rappresentava un altro clic sull'annuncio.

I truffatori hanno anche utilizzato una varietà di tecniche progettate per evitare il rilevamento e filtrare gli utenti dai siti legittimi e ai loro siti. Quindi non solo stavano infrangendo la legge fornendo contenuti piratati, ma stavano anche accumulando clic sugli annunci contro ignari inserzionisti.

Massimizzare le impressioni è l'obiettivo

Sebbene i truffatori di DeepStreamer abbiano dimostrato un livello di sofisticazione che dimostra chiaramente che sapevano cosa stavano facendo, il loro obiettivo finale era identico a qualsiasi altra campagna di frode pubblicitaria: massimizzare le impressioni. Più impressioni ottiene un annuncio, più alto sarà il conto per l'inserzionista.

In questo caso particolare, i truffatori hanno approfittato dell'appetito per i video piratati. Sapevano che, potendo scegliere di visitare siti di streaming illegali o pagare quote di abbonamento per video legali, molte persone avrebbero scelto la prima opzione.

Per quanto riguarda gli inserzionisti che hanno truffato, stai parlando di aziende che investono un sacco di soldi pubblicità pay-per-click (PPC) su base mensile. I truffatori non sono stati in grado di generare più di un milione di dollari di entrate mensili prendendo di mira gli inserzionisti che avevano paura di spendere.

Combattere la frode pubblicitaria non è facile

Fonte: www.novatiq.com

La necessità di segnalare storie come questa è ovvia in un momento in cui le frodi pubblicitarie costano collettivamente miliardi agli inserzionisti online ogni anno. Tuttavia, conoscere cose come DeepStreamer può lasciare gli inserzionisti a chiedersi cosa diavolo possono fare per combattere le frodi pubblicitarie. Combatterlo non è facile, questo è sicuro.

Un certo segmento del settore sembra aver fatto i conti con il fatto che una quantità minima di frodi pubblicitarie è inevitabile. Ma questo tipo di pensiero incoraggia solo i truffatori a continuare a fare quello che fanno. Se l'industria reagisse in modo più aggressivo, forse le perdite finanziarie potrebbero essere mitigate in una certa misura.

Il problema della lotta alla frode pubblicitaria è che non esiste un solo modo per farlo. I creatori del Blocco frodi il software di rilevamento delle frodi sui clic spiega che un approccio su più fronti è il modo migliore per attaccare il problema.

Mezzi multipli per truffare gli inserzionisti

Da parte loro, i truffatori hanno diversi mezzi per fare ciò che fanno. DeepStreamer è un classico esempio di creazione di annunci nascosti che generano clic falsi senza che i visitatori del sito web se ne rendano conto. Non hanno idea che stanno contribuendo alla frode sui clic perché tutto accade in background.

Lo stacking degli annunci è un'altra strategia. Utilizza più annunci impilati uno sopra l'altro in un unico spazio online. Se un annuncio viene cliccato, vengono cliccati tutti. La combinazione di annunci in pila con una strategia pubblicitaria nascosta può essere una miniera d'oro virtuale. Crea uno scenario in cui viene generato automaticamente un singolo clic quando qualcuno visita un sito infetto. Quel clic va a cascata su tutti gli altri annunci nello stack.

Ancora un altro strumento è il click bot. Questo è un software progettato per fare una cosa e una sola cosa: cercare annunci e fare clic su di essi. Ciò che rende i click bot così impegnativi è che i truffatori possono depositarli su computer e dispositivi mobili in tutto il mondo tramite un'infezione da malware. I dispositivi infetti fanno il lavoro sporco, rendendo più difficile per gli investigatori individuare il vero colpevole.

PPC funziona ancora o inserzionisti

Fonte: lcn.com

In mezzo a così tante frodi pubblicitarie, sarebbe ragionevole chiedersi perché gli inserzionisti utilizzino ancora il concetto PPC. Lo fanno perché PPC funziona. Un annuncio ben realizzato progettato per rivolgersi a un pubblico redditizio può generare rendimenti molto salutari. Sfortunatamente, possono anche invitare clic fraudolenti.

Per gli inserzionisti, la prevenzione delle frodi sui clic inizia con la comprensione di come fanno i truffatori. Se sai come stanno tirando fuori le loro truffe, puoi trovare modi per proteggerti da loro. È qui che entrano in gioco le aziende con software specializzato. Non solo offrono software e servizi di rilevamento delle frodi, ma istruiscono anche gli inserzionisti sui modi migliori per sostenere le loro campagne pubblicitarie.

Torneranno

Fonte: www.foxsanantonio.com

DeepStreamer è solo l'ultima truffa pubblicitaria scoperta dagli esperti di sicurezza. È stata una truffa impressionante in grado di generare un sacco di entrate. Non è più un problema grazie ai ricercatori di DeepSee e Malwarebytes, ma gli autori torneranno.

Ci sono troppi soldi nella frode sui clic per andarsene. I truffatori in grado di generare milioni al mese non rinunceranno facilmente a quel reddito. Ogni truffa scoperta è semplicemente una motivazione per inventarne una nuova. Questo è esattamente ciò che faranno.

tag:

Chi Siamo

Ti invitiamo a immergerti nella narrazione di innovazione, competenza e infinite possibilità. Clicca per scoprire il…

Post Correlati

Scopri post correlati che estendono la narrazione. La nostra selezione curata ti assicura di non perdere mai il contesto più ampio. Fai clic, leggi e approfondisci gli argomenti che stuzzicano la tua curiosità.

Post Recenti