Come aumentare la potenza del tuo PC per il lavoro

Se il tuo lavoro si basa su un PC, è essenziale che il PC funzioni nel miglior modo possibile. Al giorno d'oggi, i PC sono più convenienti di quanto non lo siano mai stati e le prestazioni e la qualità complessiva che puoi ottenere a prezzi relativamente bassi sono piuttosto impressionanti. Detto questo, è anche vero che i PC generalmente tendono a mostrare prestazioni più scarse con l'età.

Per avere un'idea migliore del motivo per cui i PC peggiorano con l'età, abbiamo parlato con un fornitore di supporto IT professionale con sede a Londra, chiamato TechQuarters. Sono stati nel settore IT per oltre un decennio e hanno molta esperienza nel lavorare con l'hardware. Secondo TechQuarters, purtroppo è difficile evitarlo del tutto, semplicemente perché i PC non sono macchine perfette: le loro parti si consumano proprio come le parti della tua auto si usurano nel tempo, e se la usi per ben 8 ore, 5 giorni a settimana, per lavoro, un PC tenderà a degradarsi più velocemente.

Esistono, tuttavia, modi in cui i singoli utenti possono migliorare le prestazioni del proprio PC se notano che non è veloce o potente come ricordano.

1. Chiudi le app che non stai utilizzando

Fonte: tipsmake.com

In primo luogo, ci sono un certo numero di cose che puoi fare che non richiedono aggiornamenti lunghi o costosi; il primo dei quali dovrebbe essere ricordare di chiudere tutte le app che non stai utilizzando. Questo è qualcosa che tutti dimenticano di fare. Forse dovevi usare un certo programma per un'attività al lavoro e lo riducevi al minimo quando avevi finito. O forse ti aspettavi di aver bisogno di un'app per una determinata attività, ma poi ti sei preoccupato di altre attività e l'hai lasciata aperta in background. Anche se un'app non è direttamente in uso, consuma le risorse del PC semplicemente essendo aperta, quindi fare attenzione ad aprire le app solo quando le stai utilizzando e chiuderle non appena hai finito, può garantire il tuo PC gira un po' meglio.

2. Disinstalla le app non necessarie

fonte: theguardian.com

Anche se un'app non è aperta e in esecuzione, occupa comunque risorse sul tuo PC, in questo caso è spazio di archiviazione. Le persone scaricano tutti i tipi di app nel corso del loro tempo utilizzando un PC, sia per lavoro che per attività personale; a volte scarichi un'applicazione per eseguire un singolo lavoro una tantum, quindi dimentichi l'app, oppure scegli di non eliminarla nella remota possibilità che ne avrai bisogno in futuro. Come puoi immaginare, un disco rigido può riempirsi costantemente di questi tipi di app non necessarie, quindi dedicare del tempo a rivedere regolarmente tutte le app sul PC ed eliminare quelle non necessarie è molto importante. La cosa migliore da fare è utilizzare un'app di disinstallazione professionale, perché ciò non solo eliminerà l'app, ma tutte le cache di dati che l'app potrebbe aver creato (che occupano anche spazio sull'unità).

3. Utilizzare il Task Manager

A volte, il tuo PC può funzionare in modo lento e non c'è ovviamente una ragione apparente per questo. Essere in grado di diagnosticare problemi di prestazioni è un'abilità molto preziosa quando si utilizza un PC tutti i giorni per lavoro, ed è molto più facile farlo come pensano molte persone. Sui PC Windows hai Task Manager e su Apple Mac hai Activity Monitor, ma entrambi questi strumenti fanno la stessa cosa: monitorano tutte le app e i processi aperti e in esecuzione sul tuo PC. Ciò include il calcolo della quantità di potenza della CPU allocata a ciascuna app, della quantità di RAM e memoria virtuale utilizzata da ciascuna app o processo, ecc. Se riesci a identificare le app o i processi che stanno rallentando il tuo PC, potrebbe esserci qualcosa che puoi fare al riguardo, quindi vale sempre la pena monitorare queste cose.

4. Riavvia il PC ogni giorno

Fonte: maketechasier.com

La maggior parte delle persone tende semplicemente a lasciare il proprio PC in modalità di sospensione quando non lo usano. Ma, proprio come le persone, i computer possono affaticarsi quando vengono lasciati accesi per lunghi periodi di tempo. Ad esempio, durante ogni sessione operativa, la RAM di un PC viene allocata a vari processi, attività e funzioni: più a lungo viene eseguita una sessione PC, più RAM viene utilizzata per varie attività e processi. Ma la tua RAM viene cancellata ogni volta che riavvii il PC, quindi l'allocazione della RAM è più efficiente. Il riavvio del PC ha anche altri vantaggi: ad esempio, più a lungo viene utilizzato un programma, più è probabile che si verifichino bug o problemi tecnici; quindi il riavvio del PC fornisce a tutto il software un nuovo riavvio, assicurando così che continuino a funzionare correttamente.

5. Deframmenta il disco rigido

Fonte: news.wjct.org

Nel tempo, migliaia di file vengono copiati, salvati ed eliminati sul disco rigido. Ciò si traduce spesso in frammenti casuali di dati che vengono diffusi su tutto il disco. Questi frammenti di dati sono completamente inutili; e sebbene di solito siano di dimensioni molto ridotte, possono aggiungere fino a una notevole quantità di spazio di archiviazione sprecato sull'unità. Più il disco rigido è pieno, meno efficiente sarà l'individuazione e il recupero delle informazioni necessarie per il funzionamento del PC e le prestazioni ne risentiranno. La soluzione è eseguire una deframmentazione regolare del disco rigido, che aiuterà a liberarsi spazio sul disco rigidoe organizzare i dati sul disco rigido in modo da rendere il recupero dei dati molto più efficiente.

6. Aggiungi più RAM al tuo PC

Fonte: internet-access-guide.com

Il modo più semplice in cui le persone possono aggiornare manualmente il proprio PC per prestazioni migliori è installare più RAM. La memoria ad accesso casuale è uno spazio di archiviazione a breve termine utilizzato da app e processi che devono leggere e scrivere dati molto rapidamente; in confronto, il disco rigido legge e scrive i dati in modo più lento, ma permanente. La quantità di RAM sul tuo PC determina sia quanto è bravo a eseguire più app contemporaneamente, sia quanto bene può far funzionare una singola app. La RAM si inserisce nella scheda madre del tuo PC senza alcun cablaggio o saldatura, quindi è molto facile anche per un principiante aggiornare la propria RAM.